L'acquisizione strategica di Kymab da parte di Sanofi

  •   Le 11/01/2021 à 09h30
  •   HARMANT Adeline

È stata questa mattina di lunedì 11 gennaio 2021 che il Gruppo Sanofi ha annunciato la buona notizia. L'azienda ha appena annunciato una nuova acquisizione strategica nel campo dell'immunologia, che dovrebbe consentirle di compensare il ritardo nell'immissione sul mercato del suo vaccino anticovirus. Un rafforzamento della posizione di Sanofi nel campo dell'immunologia : L'annuncio fatto questa mattina in un comunicato stampa ufficiale di Sanofi riguarda l'acquisizione della società biofarmaceutica Kymab. L'operazione ha un valore di 1,1 miliardi di dollari (903,2 milioni di euro) e mira a rafforzare la presenza del laboratorio nel campo dell'immunologia. In particolare, questa transazione include pagamenti di pietre miliari fino a 350 milioni di dollari a seconda del completamento delle varie fasi di sviluppo, come indicato da Sanofi nel suo comunicato stampa.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
L'acquisizione strategica di Kymab da parte di Sanofi
Immagine: Lionel Allorge

Chi è Kymab e qual è il valore di questa acquisizione?

Prendiamoci ora qualche momento per scoprire chi è Kymab e qual è il valore di questa acquisizione da parte di Sanofi.

Il Kymab Group è una società biotecnologica specializzata nello sviluppo clinico di anticorpi monoclonali completamente umani con numerose indicazioni in immunologia e immuno-oncologia. Grazie a questa acquisizione, il gruppo Sanofi potrà completare il suo portafoglio di sviluppo dell'anticorpo KY1005.

Ma che ne è di questo trattamento? Infatti, è lo sviluppo di un farmaco che potrebbe essere il primo nella sua classe farmacoterapeutica per il trattamento di diverse malattie autoimmuni e infiammatorie. Almeno questo è quanto afferma l'amministratore delegato di Sanofi, Paul Hudson.

Si noti inoltre che il laboratorio francese intende finalizzare l'acquisizione di Kymab nel primo trimestre del 2021 e che finanzierà l'acquisizione di questa biotecnologia con la liquidità disponibile.

 

Questa è una buona notizia dopo i ritardi del vaccino anticovide:

Questa nuova acquisizione aumenterà probabilmente il sentimento degli investitori dopo i successivi annunci di ritardi nel lancio dell'attesissimo vaccino covide in Europa. I risultati pubblicati a metà ottobre hanno mostrato una buona risposta immunitaria negli animali.

Tuttavia, anche se sono stati annunciati per la fine del 2020, i primi esperimenti sull'uomo sono stati infine ritardati di qualche settimana a causa di un ritardo nella produzione del materiale per gli studi clinici, come indicato da Sanofi. Tali prove sono state quindi rinviate al primo trimestre per l'approvazione a fine anno.

Nel migliore dei casi, quindi, questo vaccino non dovrebbe essere autorizzato prima della fine di quest'anno, più di un anno dopo Moderna e Pfizer-BioNTech. Sembrerebbe quindi che il gruppo non abbia preso la misura dell'urgenza imposta dalla pandemia, come deplora il vice coordinatore della CGT del gruppo. Egli specifica che la partnership con Translate Bio avrebbe dovuto ricevere maggiori risorse per poter procedere più rapidamente.