Acquisizione della società Dejbox da parte del gruppo Carrefour

  •   Le 06/01/2020 à 17h14
  •   Adeline HARMANT

Questa mattina abbiamo appreso di una nuova acquisizione strategica del gruppo Carrefour con l'acquisizione di Dejbox, una start-up specializzata nella consegna di pasti aziendali. Scopri i dettagli di questa operazione e il suo interesse per gli investitori.

Inizia a fare trading su Carrefour
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Un buyout strategico per diversificare le attività di Carrefour:

E' stato quindi lunedì 6 gennaio 2020 che il Gruppo Carrefour ha annunciato l'acquisizione di Dejbox, società specializzata nella distribuzione di pranzi ai dipendenti delle aree periurbane. Sebbene l'entità di questa operazione non sia ancora nota, consentirà a Carrefour di estendere la propria offerta di e-commerce al segmento "business to employee".

In effetti, il gruppo sta attualmente seguendo il suo piano di trasformazione Carrefour 2022, che si basa sul suo passaggio verso l'omnicanale.

L'operazione consentirà al gruppo di rafforzare la propria offerta alimentare online a questo nuovo segmento con i pasti pronti e di estendere la propria clientela anche ai dipendenti VSE e alle PMI e quindi di investire nel segmento in rapida crescita delle consegne alimentari con un'offerta focalizzata sulla qualità e accessibile a tutti.

 

Un'estensione dell'offerta prevista per il 2020 :

Il gruppo Dejbox è una società nata nel 2015 e si definisce una mensa digitale destinata ai dipendenti delle aziende della periferia urbana che non beneficiano di sistemi di ristorazione collettiva. L'offerta comprende piatti freschi e cucinati i cui prezzi sono in linea con quelli dei ristoranti. L'ordinazione viene effettuata da un'interfaccia mobile o web e l'azienda serve attualmente le città di Lille, Lione, Parigi, Bordeaux, Nantes e Grenoble e altre città limitrofe con un sistema di itinerari intelligenti e una rete di partner locali per la ristorazione e la vendita al dettaglio.

Tuttavia, nel 2020, il gruppo prevede di estendere i propri servizi in una quindicina di città aggiuntive e sul mercato B2B, che rappresenta un'importante area di crescita con la capacità di le aziende si fanno carico di una parte del pranzo dei loro dipendenti in modo dematerializzato e direttamente con un contributo sul loro conto online Dejbox.

Questa integrazione di Dejbox nel gruppo Carrefour le permetterà quindi di sviluppare la sua presenza in Francia e senza dubbio a livello internazionale in modo più rapido ed efficiente.

 

Una consegna di oltre 400.000 pasti al mese:

Va inoltre notato che Dejbox consegna già più di 400.000 pasti al mese e impiega più di 300 persone, tra cui più di 140 preparatori e personale addetto alle consegne. A differenza dei suoi principali concorrenti, non si tratta di fornitori di servizi autogestiti.

Si tratta della seconda acquisizione di questo tipo da parte di Carrefour, che aveva già acquisito nel 2018 la società Quitoque, che vende pasti sul modello della società americana Blue Apron. Carrefour è anche partner di Google da due anni e sta quindi sviluppando sempre più fortemente e rapidamente la sua presenza online.