Accenture taglia 25.000 posti di lavoro in tutto il mondo

  •   Le 28/08/2020 à 12h04
  •   HARMANT Adeline

Per ridurre ulteriormente i costi, Accenture Group ha deciso di avviare un piano di trasformazione che si concluderà con l'eliminazione di 25.000 posizioni in tutto il mondo, che rappresentano oltre il 5% della forza lavoro dell'azienda. Le competenze e le prestazioni dei dipendenti saranno utilizzate come criteri per l'ordine di partenza.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Accenture taglia 25.000 posti di lavoro in tutto il mondo
Immagine: Michael Gray

Una decisione presa per affrontare la crisi attuale:

Il gruppo Accenture ha ovviamente subito gli effetti della crisi di Covid-19 come altre aziende del settore e alcuni dei suoi concorrenti hanno dovuto mettere a punto piani simili come VMWare, Dell o Mozilla.

La prima ondata di partenze avrà luogo all'inizio di settembre con criteri per l'ordine di partenza dei dipendenti in base alle loro prestazioni e al loro livello di competenza. Lo scorso giugno e dopo la pubblicazione dei risultati del terzo trimestre, l'amministratore delegato della società si era lasciato sfuggire questa idea spiegando : "Come ho detto prima, abbiamo identificato altre aree di redditività che hanno un impatto su parte della forza lavoro.»

A luglio, 900 posti di lavoro erano già andati perduti nel Regno Unito a causa del rallentamento della domanda di mercato causato dalla crisi sanitaria. L'azienda aveva infatti dovuto individuare i costi strutturali che doveva sostenere.

 

Previsioni ottimistiche per il gruppo di fronte alla crisi attuale:

Il gruppo Accenture ha quindi deciso di implementare soluzioni per ottenere risparmi iniziando a tagliare i budget di viaggio, ridurre il numero di subappaltatori e limitare le assunzioni.

Anche l'amministratore delegato del gruppo, Julie Sweet, è stato ottimista con gli investitori a metà marzo e mentre gli Stati Uniti si preparavano ai tagli di bilancio dovuti alla pandemia di coronavirus. Ha poi assicurato che il gruppo era in una buona posizione per superare questa crisi, dicendo: "Il brusco passaggio al digitale in quasi tutti gli ambienti di lavoro permetterà al gruppo di diventare uno dei maggiori fornitori di tecnologia a livello mondiale e credo che saremo in una posizione di forza entrando in questo capitolo".

Si deve quindi presumere che la società abbia cambiato idea dopo i risultati trimestrali.

 

Una politica di acquisizione ambiziosa:

Anche il Chief Financial Officer di Accenture Group ha commentato questa notizia spiegando: "Come siamo usciti dall'ultima crisi finanziaria, abbiamo guadagnato quote di mercato e crediamo che avremo delle opportunità a lungo termine restando vicini ai nostri clienti".

E infatti si assiste a un'ambiziosa politica di fusioni e acquisizioni portata avanti dal gruppo anche durante la crisi con oltre 20 contratti firmati negli ultimi 12 mesi. Sono soprattutto queste acquisizioni a creare polemiche tra i dipendenti i cui posti di lavoro sono minacciati.