Una delle migliori piattaforme di trading
  • Plus500
  • eToro
  • iForex
  • Markets

Valutazione: 4.67 3 voti
 

Cosa sono i CFD?

Tra gli strumenti finanziari disponibili online presso i mediatori specializzati, i contratti per differenza, detti anche CFD, permettono una grande flessibilità e riuniscono numerosi vantaggi tra i quali la possibilità di trattare al rialzo e al ribasso utilizzando un effetto leva.

Vi presenteremo perciò qui, più nel dettaglio, questo strumento di trading e le sue caratteristiche principali.

 

Che cos’è un Contratto per Differenza?

Nel mondo della finanza viene chiamato CFD o Contratto per Differenza una forma di contratto che lega un acquirente ad un venditore. L’acquirente può così registrare dei guadagni equivalenti alla differenza tra il prezzo dell’attivo al momento della sottoscrizione e il suo prezzo al momento della vendita.

Quando la differenza tra il prezzo di arrivo e il prezzo di partenza è negativa, è il venditore che guadagna l’ammontare così ottenuto, mentre il compratore lo perde.

I CFD fanno parte degli strumenti finanziari derivati che permettono di guadagnare del denaro al rialzo o al ribasso speculando sull’evoluzione del valore di un attivo soggiacente. Questo attivo può avere diverse forme quali le valute, un’azione, un indice o anche una materia prima.

 

Funzionamento dei contratti per differenza

Come avrete capito un CFD è un contratto stipulato tra due investitori che si scambiano il valore per differenza tra il valore di apertura e i valore di chiusura di un attivo dato.

Riservati in origine ai soli professionisti dell’investimento, i CFD sono stati resi accessibili a tutti e semplificati dai broker online che permettono a chiunque di utilizzarli senza grande conoscenza del trading.

Come spiegato precedentemente, i contratti per differenza permettono di speculare al rialzo o al ribasso a seconda che ci si posizioni sul mercato come acquirente o venditore.

La vendita di un CFD corrisponde ad una speculazione al ribasso del valore dell’attivo mentre l’acquisto di un CFD corrisponde al suo rialzo.

 

Spese e funzionalità dei Contratti per Differenza

Quando trattate i CFD online dovete tenere conto delle spese prelevate dal vostro mediatore, che sono incluse nello spread, ovvero la differenza tra il miglior prezzo di acquisto e il miglior prezzo di vendita. Anche in quel caso, gli spread variano da un attivo all’altro ma differiscono anche secondo la piattaforma di trading che utilizzate. Ma bisogna ugualmente tenere conto delle spese fatturate da alcuni mediatori quando conservate la posizione a lungo termine, in particolare negli orari di chiusura dei mercati.

Come il Forex, i CFD offrono vari strumenti di trading, come gli ordini stop e limit, che permettono di minimizzare i rischi e di chiudere le proprie posizioni nel momento migliore.

 

Come sapere se si vince con il CFD?

Quando un valore su cui si è sottoscritto un CFD aumenta, il guadagno dipenderà dalla lunghezza della posizione.  Nel momento in cui si effettua un buon pronostico, si viene ricompensati dall’intermediario a partire dalla differenza registrata dal tasso del capitale ed in caso di perdita si verserà a questo stesso intermediario il valore equivalente ai punti persi.

I CFD hanno un inizio che corrisponde a  data e ora della sottoscrizione del contratto ed una fine che chiameremo qui la “data ex-coupon”. E’ grazie a questa data di scadenza che viene versata o prelevata la somma corrispondente al guadagno o alla perdita registrata. Tuttavia, in alcuni casi, questo valore deve passare attraverso diverse trasformazioni prima di arrivare al conto. Contrariamente ad altri metodi di trading, occorrerà a volte essere pazienti.

A differenza di altri metodi di trading, le somme vinte con i CFD vengono direttamente dal broker e quelle perse vanno direttamente al broker.  Infatti, è l’organismo di intermediazione che prende in carico l’acquisto o la vendita delle posizioni reali sul capitale interessato.  Essendo queste somme dei dividendi, non vi è il rischio di avere tasse specifiche da versare.  Sfortunatamente, questo elimina il diritto al credito d’imposta sui dividendi. 

 

Quali sono i vantaggi dei CFD?

I vantaggi dei CFD sono numerosi e permettono agli esordienti e ai trader esperti di avere accesso a maggior denaro di quanto non succeda con l’intermediazione del trading classico. Tra i vantaggi più evidenti di questi contratti si trova:

  • La possibilità di tradare una gamma di capitali più ampia. Non si tratta di tradare qui solo sulle valute, ma di accedere direttamente ad altri mercati finanziari e borsistici. E’ possibile, per esempio, decidere di speculare su alcune azioni o indici.
  • I CFD permettono inoltre di speculare sia al rialzo che al ribasso dei tassi. Nel momento della sottoscrizione del contratto, occorrerà decidere la direzione della tendenza che si prevede circa l’indice o il capitale scelto, qualsiasi essa sia.
  • Nonostante i CFD debbano passare da un intermediario, in questo caso il broker, che gioca il ruolo di investitore al posto dell’utente, le spese sostenute su questo tipo di contratto restano molto ridotte e non presentano un freno al capitale che si può guadagnare.

Attenzione: Poiché i CFD permettono di tradare su un’ampia gamma di capitali su diversi mercati, gli orari di apertura dei mercati non sono quelli del Forex. Per conoscerli, bisogna far riferimento al mercato del capitale su cui si effettua il trading.

 

Come trattare le azioni di Borsa con i CFD?

La prima cosa da fare se volete trattare le azioni di Borsa con i CFD è creare un conto di trading online presso un broker riconosciuto. Dovrete depositare su questo conto un capitale di investimento che vi servirà a prendere le vostre posizioni sul mercato borsistico.

I broker danno accesso ad un gran numero di attivi borsistici tra cui le grandi azioni di Borsa internazionali. Potrete quindi scegliere di speculare su una vasta gamma di titoli. Una volta scelto il proprio titolo, sarà sufficiente prendere posizione all’acquisto, se si ritiene che il corso dell’azione salirà, o, al contrario, alla vendita, se si crede che il prezzo calerà.

Sarà possibilechiudere la propria posizione in qualsiasi momento: la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita del CFD rappresenterà il proprio guadagno. Ovviamente, se l’azione non dovesse evolversi nella direzioneprevista, tale differenza costituirà una perdita.

È possibile prendere posizione su diverse azioni di Borsa simultaneamente e gestire l’insieme dei propri trade in tempo reale oppure utilizzare degli ordini stop per securizzare le posizioni aperte ed incassare i profitti o limitare le perdite al momento opportuno.